Seguici su

Vai menu di sezione

Tariffa rifiuti

Che cosa è

La TA.RI.– tariffa rifiuti - è un’articolazione, insieme alla TA.SI. – tassa servizi indivisibili, della componente servizi della nuova imposta unica comunale – IUC, come disposto dalla legge di stabilità 2014 (legge n. 147 del 2013), in attuazione del D.P.R. 27/04/1999, n. 158 e della deliberazione della Giunta provinciale n. 2598 del 30 novembre 2012 “Indirizzi per le politiche tariffarie relativamente al servizio pubblico di gestione dei rifiuti – modifica della deliberazione n. 2972 dd. 30 dicembre 2005 e successive integrazioni e modifiche.

Da chi è dovuta e come viene determinata

Pagano la tariffa tutte le famiglie, enti, imprese che, nel territorio consortile, occupano, detengono o possiedono locali e/o aree scoperte. Aree e locali possono essere utilizzati o semplicemente predisposti: ad uso di civile abitazione, alla produzione di beni e/o servizi, alla vendita di beni e/o servizi.

Il servizio di gestione dei rifiuti nei comuni della Comunità Valsugana e Tesino è affidato alla Comunità Valsugana e Tesino che provvede all'applicazione e alla riscossione della tariffa nel rispetto della convenzione relativa stipulata e secondo l'apposito regolamento che disciplina il servizio di Smaltimento rifiuti.

Nelle zone in cui il servizio è istituito trova correlativa, automatica applicazione la tariffa avente natura corrispettiva per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati agli urbani.

Ciascun Consiglio comunale determina la disciplina per l’applicazione del tributo: classificazione delle categoria di attività per omogenea produzione di rifiuti, la disciplina delle riduzioni tariffarie e delle esenzioni, i termini di presentazione della dichiarazione e di versamento, i casi di esclusione ecc..

Come è composta

La struttura della tariffa è invariata rispetto agli anni precedenti ed è costituita da una quota fissa e da una quota variabile.

La quota fissa è determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per le opere e dai relativi ammortamenti ed è quantificata e addebitata secondo i parametri: componenti nucleo familiare per le utenze domestiche e MQ per le utenze non domestiche.
La quota variabile copre i costi di raccolta dei vari tipi di rifiuto e il loro trattamento e viene quantificata e addebitata tenendo conto dei quantitativi di rifiuto individualmente conferiti al servizio (svuotamenti del secco residuo). 
La tariffa ha natura corrispettiva ed è soggetta a IVA in base alla normativa vigente.

Fatturazione e modalità di pagamento

Le fatture relative al servizio di gestione dei rifiuti saranno recapitate al domicilio dell’utente. 
I regolamenti comunali stabiliscono l’emissione di due fatture (semestrali).

Tariffa per utenza domestica

  • In questa sezione sono disponibili le tariffe per l'utenza domestica distinte per singolo comune.

Tariffa per utenza non domestica

  • In questa sezione sono disponibili le tariffe per l'utenza non domestica distinte per singolo comune.

Pagina pubblicata Martedì, 12 Marzo 2013 - Ultima modifica: Domenica, 02 Aprile 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto