Vai menu di sezione

Principali luoghi di interesse

Sezione contenente i principali luoghi e punti di interesse sul territorio della Comunità

Museo PER VIA

  • Il Museo PER VIA è realizzato in una casa di paese, un luogo normale dove ricordare e raccontare una quotidianità speciale: quella dell'epopea dei venditori ambulanti tesini. Il Museo custodisce la storia della vicenda collettiva che più fortemente ha caratterizzato secoli di vita in questa valle alpina della provincia autonoma di Trento. Situato nel cuore di Pieve Tesino, il Museo raccoglie la memoria di un’intera vallata e dei suoi tre paesi, mantenendo due diverse prospettive: quella maschile di quanti partivano lasciando le loro case e percorrendo a piedi itinerari impensabili alla ricerca delle migliori piazze di vendita, e quella delle loro famiglie, che rimanevano nei paesi della valle ad affrontare le non meno dure sfide della quotidianità alpestre. Fortemente voluto dalla comunità locale, realizzato dall'Amministrazione comunale di Pieve Tesino e inaugurato ad aprile 2014, la gestione culturale del Museo è attualmente affidata alla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi.

Mulino Angeli / Casa Museo degli Spaventapasseri

  • A Marter, piccola frazione del Comune di Roncegno Terme, c’è un museo del tutto particolare. Un tempo importante mulino per il grano, granoturco ed altri cereali coltivati in Valsugana, “Mulino Angeli”, una volta entrato in disuso, è stato acquisito dall’ amministrazione comunale e sottoposto ad imponenti lavori di restauro conservativo che ne hanno rinverdito l'imponente struttura e la complessità dell'attività molitoria ospitata per secoli. Il mulino è stato adibito a sede museale.

Pista ciclabile della Valsugana

  • La ciclopista della Valsugana, che collega il cristallino Lago di Caldonazzo con la splendida Bassano del Grappa, è un vero e proprio paradiso per tutti gli appassionati delle due ruote a pedali: 80 km lungo i quali si intrecciano cultura, storia e paesaggi naturali davvero unici a cavallo tra Trentino e Veneto. Due regioni legate da un passato storico condiviso e contraddistinte da un comune “ elemento fluviale” che accarezza dolcemente il fondovalle: il fiume Brenta. Le sue acque vi accompagnano lungo un percorso facile, prevalentemente pianeggiante, adatto a tutti per trascorrere piacevoli ore in libertà all’insegna dello sport e del contatto con la natura.

Mostra permanente della Grande Guerra

  • Allestita all’interno dell’ex Mulino Spagolla in uno degli angoli fluviali più suggestivi del centro storico di Borgo, la Mostra Permanente della Grande Guerra in Valsugana e sul Lagorai è il risultato dell’impegno pluriennale dell’Associazione Storico-Culturale della Valsugana Orientale e del Tesino che ha tra i suoi scopi quello di conservare, studiare e valorizzare le testimonianze materiali, bibliografiche, archivistiche e fotografiche relative alla Grande Guerra nell’area compresa tra l’Altopiano dei Sette Comuni, la Valsugana e la catena del Lagorai-Cima d’Asta

Castellalto

  • I ruderi del castello di Castellalto si ergono sulla sommità del monte sovrastante Telve Valsugana circondati da un bosco di abete rosso e larice.

Museo Casa De Gasperi

  • La casa natale di Alcide De Gasperi, a Pieve Tesino in provincia di Trento, è stata trasformata in un museo a lui dedicato. Le stanze di questo piccolo edificio ottocentesco offrono ai visitatori la suggestiva ambientazione di un viaggio alla scoperta delle origini di uno dei padri dell'Italia repubblicana e dell'Europa unita. L'esperienza proposta dal Museo Casa De Gasperi, inaugurato il 18 agosto 2006, è un percorso che a partire dal profondo legame di De Gasperi con la sua terra d'origine - un motivo ricorrente in tutta la sua vita - porta il visitatore ad indagare i più importanti aspetti della vicenda personale e politica dello statista trentino.

Castel Ivano

  • Prestigioso castello tra i meglio conservati del Trentino che sorge a Ivano Fracena in Valsugana. La famiglia Staudacher, attuale proprietaria di Castel Ivano e artefice del lavoro di restauro e di conservazione del maniero e dei suoi parchi.

Grotte di Castello Tesino

  • Le Grotte di Castello Tesino si aprono nella selvaggia gola scavata tra il Monte Agaro ed il Monte Coppolo. Sono state scoperte nel 1926 dal geometra Da Rugna di San Donato. Ben presto la cavità venne attrezzata per permettere lo sfruttamento a scopo turistico e, da allora, è visitata da molti appassionati. Ha uno sviluppo complessivo di circa 400 metri e la sua completa esplorazione non ha potuto a tutt´oggi essere effettuata.

Grotta della Bigonda

  • La grotta della Bigonda (o Vigondola) è una grotta naturale che si trova in Valsugana, nei pressi di Selva di Grigno, in Provincia di Trento, sulla sponda destra del fiume Brenta.
    E’ la più grande grotta del Trentino, spettacolare e ancora in esplorazione, visitabile tutto l’anno.
    E’ la più ampia grotta trentina e una delle maggiori d’Italia: al suo interno si sviluppano oltre 27 km di gallerie, ancora in esplorazione, con dislivelli compresi da + 35 a -100 metri. È stata scoperta nel 1952 da alcuni giovani della vicina Selva di Grigno e da più di quarant’anni si continuano ad esplorare le numerose gallerie orizzontali che si sviluppano su tre piani, collegati tra loro da pozzi verticali.

« Precedente
1
2
Pagina pubblicata Lunedì, 29 Ottobre 2012 - Ultima modifica: Martedì, 04 Aprile 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto